Imballaggi a riciclo 2020: percentuale oltre le previsioni

Record per gli imballaggi a riciclo che salgono di 3 punti percentuali rispetto al 2019

CONAI rende noti i dati relativi al tasso di riciclo degli imballaggi in Italia nel 2020 e incornicia un risultato da record nonostante la pandemia. Sono il 73% gli imballaggi a riciclo, con una crescita di 3 punti percentuale rispetto al 2019 che supera le aspettative, come precisato dal Presidente del Consorzio Nazionale Imballaggi Luca Ruini … «Il tasso di riciclo più alto che il nostro Paese abbia conosciuto. Le nostre prime stime, a inizio anno, parlavano di un 71%: alcuni di noi lo vedevano come un eccesso di ottimismo per un anno difficile come il 2020. Invece, le previsioni si sono rivelate addirittura troppo prudenti». Su 13 milioni di tonnellate di imballaggi immessi al consumo ne sono stati riciclati più di 9 milioni e mezzo; fondamentale per raggiungere questo obiettivo, la crescita della raccolta differenziata urbana, non intaccata dalle misure per il contenimento della pandemia (ricordiamo il brusco calo registrato dai pack per i settori commerciali e industriali). Sono stati riciclati 371mila tonnellate di acciaio, 47mila e 400 di alluminio, 4 milioni e 48mila di carta, un milione e 873mila di legno, un milione e 76mila di plastica, 2 milioni e 143mila di vetro. E sommando i numeri del riciclo a quelli del recupero energetico, la percentuale di imballaggi sottrati al fine vita sale all’84% per complessivi 11 milioni di tonnellate circa. Fonte : infopackaging.it